Home » Vita Senza Lattosio » Alimentazione » Contenuto di lattosio nel latte: la guida

Contenuto di lattosio nel latte: la guida

Contenuto di lattosio nel latte: la guida
5 (100%) 1 vote

Questa guida nasce con l’intento di esplicitare il contenuto di lattosio nelle diverse tipologie di latte.

Hai fatto tutti i test, tra cui sicuramente il vecchio ed efficace breath test e ti hanno diagnosticato una fastidiosissima intolleranza al lattosio.

In genere subito dopo il test ci si sente confusi e domande quali ad esempio: cosa posso mangiare se sono intollerante al lattosio? Cosa è l’intolleranza alle proteine del latte? Ed altri interrogativi simili prendono piede nella nostra mente.

E’ vero che potrebbe essere una cosa estremamente ovvia ma, il primo alimento che un intollerante al lattosio deve eliminare dalla propria dieta è senza dubbio il latte, essendo l’alimento con contenuto di lattosio maggiore.

Le persone intolleranti spesso vengono consigliate da medici, amici e conoscenti, ma non sempre questi consigli corrispondono a verità, e noi di www.maidirelattosio.com ce ne accorgiamo soprattutto grazie a quanti ci scrivono sulla nostra pagina facebook.

Possiamo suddividere le diverse tipologie di latte in commercio in tre macro categorie: latte da specie di allevamento, latte da specie di allevamento delattosato e latte vegetale.

LATTE DA SPECIE DI ALLEVAMENTO

La produzione e commercializzazione attuale del latte per scopi alimentari umani si basa sull’allevamento di animali come per esempio la vacca, la bufala, la pecora, la capra, l’asina. Quando si parla di “latte”, in Italia per legge s’intende quello vaccino, mentre la specificazione risulta obbligatoria per le altre varianti: latte bufalino, latte pecorino, latte caprino, latte di asina.
Nella tabella che segue elenchiamo il contenuto di lattosio per diverse tipologie di mammifero (per 100 grammi).

LATTE DI… % LATTOSIO
MUCCA 4,8
BUFALA 4,7
PECORA 5,2
CAPRA 5,1
CAMMELLA 4,8
ASINA 6,2

Contrariamente a quanto si possa pensare, il latte di asina ha un contenuto di lattosio addirittura superiore a quello del latte vaccino.

Nonostante il contenuto di lattosio superiore, questo tipo di latte è spesso consigliato in caso di lievi intolleranze al lattosio in quanto la sua composizione (grassi, zuccheri, etc etc) è molto simile a quella del latte umano.

In generale, comunque, un intollerante al lattosio dovrebbe evitare di assumere qualsiasi tipo di latte da specie di allevamento.

LATTE DA SPECIE DI ALLEVAMENTO DELATTOSATO

Il latte ad alta digeribilità (noto anche come latte delattosato o latte HD – High Digestible) è un latte che è stato privato, tramite diverse tipologie di trattamenti, della maggior parte del contenuto di lattosio in esso presente.

Questo tipo di latte è indicato per tutti gli intolleranti al lattosio con un grado medio – basso di intolleranza in quanto il lattosio, seppur in percentuale molto bassa, è comunque presente.

Diverse sono le marche che propongono latte delattosato, e tra queste ricordiamo: Parmalat Zymil (inferiore allo 0,1%), Granarolo Accadì (inferiore allo 0,01%), Mila Senza Lattosio (inferiore allo 0,01%)

LATTE VEGETALE

Il latte vegetale è nome con il quale si è soliti riferirsi ad una determinata categoria di bevande simili al latte da specie di allevamento ma che provengono da piante. Le tipologie di latte vegetale più diffuse sono:

  • Latte di SOIA
  • Latte di RISO
  • Latte di AVENA
  • Latte di COCCO
  • Latte di MANDORLA

Qualsiasi latte vegetale presenta un contenuto di lattosio pari a zero, e quindi possono essere consumate da soggetti intolleranti al lattosio, anche di grado elevato.
Il sapore di queste bevande è ovviamente diverso da quello del latte da specie di allevamento, e variano anche le proprietà nutrizionali, anche se spesso tali bevande vengono arricchite, soprattutto con calcio e vitamine.

BIBLIOGRAFIA
https://it.wikipedia.org/wiki/Latte_di_asina
http://www.nonnapaperina.it/2015/09/latte-dasina-elisir-di-lunga-vita/
http://www.mondolatte.it/index.php/latte/51-i-trattamenti-i-vari-tipi-di-latte-ed-i-derivati

Commenti

commenti

Autore: Valentina Carella

Fortemente intollerante dal 2007, cerco di convivere con l'intolleranza evitando le tentazioni e sperimentando sempre nuove ricette. Appassionata di Tecnologia, Calcio, Musica, Lettura e Social Networks!

Potresti essere interessato a...

Intolleranze alimentari e allergie alimentari

Le intolleranze alimentari: un breve approfondimento sull’intolleranza al lattosio

Le intolleranze alimentari: un breve approfondimento sull’intolleranza al lattosioVota questo post! Contenuti Intolleranza alimentare: che …

Lascia un commento