Home » Articoli » Integratori per intolleranza al lattosio, quali scegliere quando e dove comprarli: ecco le linee guida
Confronta i prezzi dei medicinali online con Prezzifarmaco

Integratori per intolleranza al lattosio, quali scegliere quando e dove comprarli: ecco le linee guida

L’intolleranza al lattosio è ormai cosa comune. Molte persone ne soffrono. Sono passati circa 15 anni da quando fece capolino Lactosì, il primo farmaco per i soggetti intolleranti al lattosio.

Tra l’altro, appena messo in commercio esso era dispensabile solo dietro presentazione di ricetta medica ripetibile. Se ne potevano comprare 10 scatole in 6 mesi ed il medico diceva sempre di non abusarne.

Col tempo il fenomeno dell’intolleranza al lattosio è diventato cosa comune e, a sempre più persone viene diagnosticata l’intolleranza al lattosio. Per questo motivo sempre più aziende hanno scelto di produrre prodotti a base di tilattasi. Ora lacdigest è un farmaco senza obbligo di prescrizione e la maggior parte dei prodotti a base di tilattasi sono registrati come integratori.

Questi sono accessibili a tutti senza prescrizione medica.

Tuttavia c’è sempre il problema: quale comprare sia per efficacia che per costo.

In genere è il medico che dà indicazione su quale sia il migliore da usare. La distinzione principale tra i vari prodotti è legata alla quantità di principio attivo. Ad ora sono due i farmaci per l’intolleranza al lattosio di automedicazione che contengono una quantità elevata di tilattasi.

Essi sono silact in gocce che costa €25 e lacdigest in compresse masticabili al prezzo di €15,70. Gli altri sono integratori.

Questi integratori hanno un prezzo di vendita abbastanza alto e non si trovano quasi mai in offerta nelle farmacie e parafarmacie fisiche. In genere le offerte migliori si trovano nelle farmacie e parafarmacie online.

Esistono inoltre alcuni rimedi naturali per intolleranza al lattosio. Infatti, alcune note linee erboristiche come Naturando, Erba Vita, solgar e long life hanno scelto di produrre e commercializzare integratori contro l’intolleranza al lattosio. Questi si trovano spesso in erboristeria.

Quale integratore scegliere quindi e quanto costano gli integratori per l’intolleranza al lattosio?

Ma soprattutto: si possono comprare in offerta?

Per rispondere alla domanda su quale integratore per intolleranza al lattosio sia migliore e quale scegliere, le linee guida a nostro avviso sono le seguenti:

  1. Assicurarsi che l’integratore contenga un’alta percentuale di tilattasi, in maniera tale da dover assumere
    un minor numero di unità posologiche.
  2. Assicurarsi inoltre che le compresse siano gastroprotette o comunque che il prodotto sia formulato in
    maniera tale che l’enzima raggiunga l’intestino (dove agisce) senza essere degradato dal pH acido dello
    stomaco.
    Non sarebbe male inoltre se fosse arricchito con estratti ad azione sgonfiante e carminativa come ad
    esempio estratti vegetali di Finocchio, Camomilla ecc, che aiutano ad eliminare fisiologicamente i gas
    intestinali.

Bisogna ricordarsi che questi prodotti non curano l’intolleranza al lattosio che invece è un’altra cosa. Per quanto riguarda il prezzo per gli integratori e farmaci per l’intolleranza al lattosio, questi si possono comprare nei vari e-commerce online in offerta al miglior prezzo.

Integratori per intolleranza al lattosio, quali scegliere quando e dove comprarli: ecco le linee guida
5 (100%) 1 vote

Commenti

commenti

Autore: admin

Potresti essere interessato a...

Le bevande alla soia come sostituto del latte fanno bene?

Contenuti Che cosa si intende per latte di soia?Gli elementi nutritivi presenti nel latte di …

Lascia un commento