Home » Articoli » Nuovi integratori alimentari per l’intolleranza al lattosio, quali sono e dove comprarli
Integratori di lattasi
Integratori di lattasi

Nuovi integratori alimentari per l’intolleranza al lattosio, quali sono e dove comprarli

Tempo di lettura: 3 minuti

Negli ultimi anni la diffusione dell’intolleranza al lattosio tra sempre più persone di tutte le età, ha spinto le case farmaceutiche ad effettuare sempre più ricerche in
prodotti che possano migliorare la vita di chi soffre della carenza dell’enzima lattasi.

Sono quindi stati resi disponibili tutta una serie di prodotti, soprattutto integratori alimentari di lattasi in compresse, che possono migliorare le funzioni digestive di chi soffre di questo disturbo.

Gli integratori alimentari di lattasi sono utilizzati per trattare l’intolleranza al lattosio, perché alcune persone non producono abbastanza lattasi da sole, e quindi si può ovviare con l’assunzione di integratori di lattasi, l’enzima che può aiutare il corpo a digerire il latte.

Nella maggior parte dei casi, le persone assumono integratori di lattasi per evitare di manifestare sintomi d’intolleranza al lattosio quando consumano prodotti lattiero-caseari. Questi sintomi includono crampi, diarrea, gas e gonfiore.

Visto che i latticini sono una delle principali fonti per l’assunzione di calcio, molte persone usano integratori per trattare l’intolleranza al lattosio e acquisire il calcio necessario per proteggere da condizioni come l’osteoporosi. Fondamentale per la costruzione e il mantenimento di ossa sane, il calcio è anche essenziale per la coagulazione del sangue, il corretto funzionamento dei muscoli e l’invio e la ricezione di segnali nervosi.

Anche se le ricerche sull’uso di integratori di lattasi non sono ancora molte, diversi studi suggeriscono che l’assunzione di integratori di lattasi può avere diversi benefici per le persone intolleranti.

I risultati degli studi condotti dalle case farmaceutiche, hanno mostrato che i supplementi di lattasi somministrati al campione di pazienti, sono più efficaci del placebo nel ridurre i sintomi gastrointestinali provocati dal consumo di lattosio, e possono aiutare nella digestione del lattosio le persone con intolleranza.

Anche se in genere gli integratori di lattasi non causano effetti collaterali, in alcuni individui possono scatenare reazioni allergiche. Se si verificano sintomi come orticaria, difficoltà di respirazione e/o senso di oppressione dopo l’uso di integratori di lattasi, si deve consultare subito un medico.

Quali sono e dove comprarli

Quasi tutti gli integratori possono essere acquistati senza ricetta medica in farmacia – che fino a pochi anni fa era necessaria – e questo vantaggio fa si che si possano trovare facilmente a un prezzo scontato anche nelle farmacie online, quelle certificate dal Ministero della salute che hanno quasi sempre una sede fisica; sul sito del progetto ScontiFarmacia, è possibile sia capire quali sono le migliori per prezzi e servizi, sia cercare i prodotti che ti servono, risparmiando in modo significativo sui prezzi ufficiali che si trovano di solito nelle farmacie fisiche; è possibile risparmiare anche sui farmaci da banco e sono presenti anche prodotti alimentari senza lattosio.

I principali integratori di lattasi

  • Lactohelp: integratore dell’enzima lattasi migliora la digestione del lattosio. Il più conveniente è il formato da 100 compresse
  • Silact fast è un integratore della Sofar di β-galattosidasi che migliora i processi digestivi del lattosio.
  • ProLife della Zeta Farmaceutici ha un’elevata concentrazione di lattasi ed è venduto nel formato da 30 compresse
  • Lattasi 15000 della Naturando oltre al lattasi ha estratti di finocchio e carvi che aumentano l’efficacia del prodotto per la funzione digestiva.
Lattasi 15000 – Integratore di lattasi

Ogni prodotto ha una certa quantità di lattasi, nella descrizione degli integratori occorre cercare la dicitura FCC (acronimo di Food Chemical Codex), più è alto
questo valore e maggiore saranno la dose e gli effetti dell’enzima. Per capire le nostre reali necessità è però sempre meglio consultare un medico o un nutrizionista.

Come integrare il calcio

Mentre i latticini sono una fonte importante di calcio, è possibile ottenere un’adeguata assunzione di calcio senza consumare prodotti lattiero-caseari. Pertanto, l’uso di integratori di lattasi potrebbe non essere necessario per le persone con intolleranza al lattosio. Le fonti di calcio non caseari includono:

  • cavolo
  • pane integrale
  • broccoli
  • latte di soia fortificato con calcio
  • succo d’arancia fortificato con calcio
  • tofu solido fatto con solfato di calcio

Per un elenco completo di alimenti ad alto contenuto di calcio leggi l’articolo che abbiamo scritto qui

Vota questo post!

Commenti

commenti

Autore: Giovanni D'Addabbo

L'intolleranza al lattosio scorre potente in me...purtroppo, ma dopo anni ho imparato a conviverci. Attualmente mi occupo di sviluppo app per smartphone (Android, iOs, Win Phone) con Rhubbit, azienda che ho fondato nel 2014. Nel mio (poco) tempo libero amo giocare a tennis o nuotare, oppure se possibile, giocare di ruolo e da tavolo.

Potresti essere interessato a...

Dieta FODMAP

La dieta FODMAP

Tempo di lettura: 2 minuti La dieta FODMAP è stata proposta da Peter Gibson e Susan Sheperd della Monash University …

Lascia un commento