Home » Informazioni sull'intolleranza al lattosio » Sintomi dell’intolleranza al lattosio

Sintomi dell’intolleranza al lattosio

Sintomi dell’intolleranza al lattosio
4 (80%) 4 votes

Scopri tutto sui sintomi dell’intolleranza al lattosio

I sintomi dell’intolleranza al lattosio sono per lo più di natura gastrointestinale: dolore addominale non specifico e non focale, crampi addominali diffusi, gonfiore e tensione intestinale, aumento della peristalsi con borborigmi facilmente udibili e con movimenti talora palpabili, meteorismo, flatulenza e diarrea con feci poltacee, acquose, acide, che insorgono da 1 a poche ore dopo l’ingestione di latte o latticini o comunque di alimenti contenenti lattosio.

Tuttavia tali sintomi non sono specifici: altri disordini come la ipersensibilità alle proteine del latte, reazioni allergiche ad altri cibi, intolleranze ad altri glicidi, oppure situazioni di forte stress possono causare sintomi simili.

Si stima che occorrano più di 240 ml di latte al giorno (12 grammi di lattosio) per causare sintomi in soggetti con carenza di lattasi. Anche se questi dati variano in base alla gravità dell’intolleranza. L’insorgenza della sintomatologia è anche dipendente dal cibo associato, in quanto è legata alla velocità di svuotamento gastrico: se il lattosio si sposta rapidamente dallo stomaco ad un intestino con bassa attività lattasica, i sintomi saranno più evidenti.

Quindi se il lattosio viene ingerito insieme a carboidrati (specie i carboidrati semplici), che aumentano la velocità di svuotamento gastrico,  i sintomi sono più probabili o più intensi, mentre se viene ingerito insieme a grassi, i quali riducono la velocità di svuotamento gastrico, i sintomi possono essere molto ridotti o addirittura assenti.

Nella diagnosi differenziale, bisogna tenere presente le allergie alle proteine del cibo ed in particolare a quelle del latte e del grano, che possono mimare in parte l’intolleranza al lattosio, e l’infiammazione della mucosa intestinale dovuta ad infezione o l’enterite da ipersensibilità alle proteine che causano una intolleranza al lattosio secondaria.

Commenti

commenti

Autore: Valentina Carella

Fortemente intollerante dal 2007, cerco di convivere con l'intolleranza evitando le tentazioni e sperimentando sempre nuove ricette. Appassionata di Tecnologia, Calcio, Musica, Lettura e Social Networks!

Potresti essere interessato a...

Cosa è l’intolleranza al lattosio?

L'intolleranza al lattosio è l'incapacità di digerire il lattosio, il principale zucchero contenuto nel latte.

One comment

  1. Salve,
    ho scoperto di essere intollerante al lattosio da poco e ed è da circa un paio di settimane che lo sto evitando completamente, o perlomeno ci provo, dato che è presente ovunque e ho sempre paura di sbagliare. Ho fatto il test perchè da tempo ho seri problemi di aria nella pancia e gonfiore accentuato, per non parlare dei dolori addominali che di tanto in tanto, a volte inspiegabilmente, si fanno sentire. I miei sintomi sono sempre stati attribuiti ad ansia e stress, che comunque non mancano.
    La mia intolleranza è stata dichiarata “severa (91/25)”, ma, come dicevo prima, nonostante abbia eliminato il lattosio dalla mia dieta da due settimane la mia pancia è rimasta tale e quale a prima, gonfissima e piena d’aria e i dolori/doloretti sembrano quasi essere aumentati in frequenza in questo periodo.
    Avvertivo fastidi più accentuati quando bevevo il latte, mangiavo la mozzarella fresca non cotta o la ricotta, per il resto non mi pare, tanto che mangiavo ogni giorno yogurt a colazione. Anche la pizza sembrava non darmi problemi. Boh.
    Voi cosa ne pensate? Avete disturbi di questo tipo?

Lascia un commento