Home » Tag Archives: integratori alimentari

Tag Archives: integratori alimentari

Come dimagrire in maniera sana: 5 consigli + 1

Tempo di lettura: 3 minuti Quando si decide di cominciare una dieta, è importante tener presente che la perdita di peso deve avvenire in maniera graduale e corretta, così da ottenere un dimagrimento efficace e duraturo. Alcune diete promettono dimagrimenti facili e veloci, ma spesso al termine del regime dietetico, i chili persi vengono riacquistati con altrettanta facilità e velocità. La scelta migliore per poter dimagrire in modo corretto è operare una sorta di rieducazione alimentare, seguendo una dieta bilanciata e studiata su misura. Saltare i pasti o ridurre drasticamente le calorie ingerite è fondamentalmente sbagliato: più continua la scarsità di cibo, più l’organismo per difendersi dall’allarme di carestia comincerà a bruciare tessuto muscolare, lasciando spazio al grasso viscerale. Oltre ad una corretta alimentazione fondamentale è svolgere attività fisica in maniera costante per poter mantenersi energici ed in forma. Spesso capita però che questi semplici consigli non bastino, dunque è possibile ricorrere all’uso di integratori a base di elementi naturali in grado di ridurre il senso di fame come Garcinia Cambogia Plus di Optima Colours of Life. Consigli pratici per dimagrire in modo sano Esistono alcuni utili suggerimenti che, se seguiti con serietà e costanza, assicurano ottimi risultati e soprattutto permettono di eliminare del tutto le abitudini alimentari sbagliate, che spesso sono la causa dell’aumento di peso. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le regole principali da seguire: È preferibile mangiare 4-5 volte al giorno, introducendo la maggior parte delle calorie nella prima parte della giornata (colazione, spuntino e pranzo), quando il metabolismo è più attivo. Per raggiungere il …

Leggi tutto »

Lactojoy – quando l’integratore si veste bene

Ecco come si presenta Lactojoy

Tempo di lettura: 3 minuti L’integratore di lattasi Lactojoy, si aggiunge alla ormai nutrita schiera degli integratori di lattasi  già in commercio molti ognuno con le sue caratteristiche e riscontri. Qualche tempo fa abbiamo sentito parlare di questo integratore e lo abbiamo visto ben presente anche nelle nostre scorribande sulla rete. All’inizio non pensavamo fosse un integratore per via del packaging estremamente ben fatto, ma, successivamente, abbiamo letto la sua composizione ed abbiamo notato che non solo è un un integratore ma è anche uno che contiene uno dei quantitativi più elevati di enzima della lattasi: 14.500 FCC. Cosa significa FCC FCC sta per Food Chemical Codex e descrive l’attività dell’enzima della lattasi. In altre parole, più alta è questa unità di misura, più alta è la dose e l’attività della lattasi. Scendendo ancora più nel dettaglio, per scomporre un grammo di lattosio, è necessario assumere circa 1000 FCC di lattasi. Ok ma quante pastiglie mi servono per poter bere un bel bicchiere di latte? Supponendo che un bicchiere di latte sia da 0,2 litri occorrono tra le 6000 e le 10000  FCC di lattasi per poterlo bere senza problemi. Lactojoy possiede ben 14.500 FCC!   Che reputiamo sia la quantità ottimale per poter affrontare un pranzo senza troppi latticini. Purtroppo non è possibile calcolare con esattezza la quantità di lattosio presente nei cibi compositi per cui, come sempre, dovrai effettuare dei test su te stesso e nel caso incrementare la dose. Fortunatamente ha effetto immediato. Come ben sai ogni individuo reagisce in modo differente all’intolleranza al lattosio per cui è possibile che si …

Leggi tutto »

Integratori per intolleranza al lattosio, quali scegliere quando e dove comprarli: ecco le linee guida

Tempo di lettura: 2 minuti L’intolleranza al lattosio è ormai cosa comune. Molte persone ne soffrono. Sono passati circa 15 anni da quando fece capolino Lactosì, il primo farmaco per i soggetti intolleranti al lattosio. Tra l’altro, appena messo in commercio esso era dispensabile solo dietro presentazione di ricetta medica ripetibile. Se ne potevano comprare 10 scatole in 6 mesi ed il medico diceva sempre di non abusarne. Col tempo il fenomeno dell’intolleranza al lattosio è diventato cosa comune e, a sempre più persone viene diagnosticata l’intolleranza al lattosio. Per questo motivo sempre più aziende hanno scelto di produrre prodotti a base di tilattasi. Ora lacdigest è un farmaco senza obbligo di prescrizione e la maggior parte dei prodotti a base di tilattasi sono registrati come integratori. Questi sono accessibili a tutti senza prescrizione medica. Tuttavia c’è sempre il problema: quale comprare sia per efficacia che per costo. In genere è il medico che dà indicazione su quale sia il migliore da usare. La distinzione principale tra i vari prodotti è legata alla quantità di principio attivo. Ad ora sono due i farmaci per l’intolleranza al lattosio di automedicazione che contengono una quantità elevata di tilattasi. Essi sono silact in gocce che costa €25 e lacdigest in compresse masticabili al prezzo di €15,70. Gli altri sono integratori. Questi integratori hanno un prezzo di vendita abbastanza alto e non si trovano quasi mai in offerta nelle farmacie e parafarmacie fisiche. In genere le offerte migliori si trovano nelle farmacie e parafarmacie online. Esistono inoltre alcuni rimedi …

Leggi tutto »